La notte fra i due inverni

ISBN978 -88-99340-84-1
Pagine170
Pubblicato ilLuglio 2019
Formato15 x 21 cm
Autore Alberto Sciamplicotti | Scopri altri libri dell'autore

Nuovo

Livio ha 23 anni, ama la montagna e crede di amare Paola. Vive di azioni e ripensamenti, di spinte emotive e conseguenze da gestire. È un ragazzo che sta cercando una via per essere un uomo.

Più dettagli

15,00 €

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 point può essere convertito in un buono di 0,70 €.


Livio ha 23 anni, ama la montagna e crede di amare Paola. Incapace di accettare la fine del rapporto con lei, entra nella sfera di passività tipica di chi cristallizza i ricordi e vive di essi. A questo si aggiunge lo strazio per la morte in montagna di due amici che lo getta in una cupa spirale di depressione dove l’unica fuga sembra essere solo lo stordimento dato da alcool e droga.

Livio vive di azioni e ripensamenti, di spinte emotive e conseguenze da gestire. È un ragazzo che sta cercando una via per essere un uomo, e la montagna, che sembra solo luogo di svago e divertimento, assume le forme di rifugio sicuro per maturare e confrontarsi con il suo Io in costruzione.

 

Un romanzo di formazione che racconta un passaggio di transizione, uno squarcio di vita che segnerà per sempre la vita del protagonista, che cresce e trasforma il modo in cui accoglie la vita e i suoi eventi. Scoprire di riconoscersi nel protagonista ricorda come vivere a pieno il presente sia l’unico modo per prepararsi ad affrontare qualsiasi futuro, punto di partenza per una sana e continua esplorazione interiore.

ISBN978 -88-99340-84-1
Pagine170
Pubblicato ilLuglio 2019
Formato15 x 21 cm

Scrivi una recensione

La notte fra i due inverni

La notte fra i due inverni

Recensioni

"Questo è un ottimo libro con storie scritte bene e che si leggono volentieri, ne aspetti la fine e i dialoghi non sono strappalacrime o strappa applausi. Se ne assapora la fatica, di quello che è stato e che cosa ha significato scriverlo. In qualche modo apre gli occhi a chi l'Inverno, i bivacchi, la fatica di salire non l'ha mai veramente provata." Leggi la recensione completa su Planet Mountain