Stasera, mercoledì 21 febbraio 2018

presso la sede CAI di Rubiera (RE)

Franco Perlotto, autore di Spirito libero, incontra i suoi lettori.

L’alpinismo solitario è una delle pratiche più affascinanti e allo stesso tempo ardite per ogni appassionato di montagna; per chi è in cerca della grande avventura verticale è l’essenza stessa dell’alpinismo. L’autore di questo libro, Franco Perlotto, è uno dei grandi arrampicatori solitari italiani, ed è stato uno dei primi ad applicare questa pratica anche all’estero, in paesi lontani e in luoghi leggendari.

Dopo i primi anni sulle Dolomiti, dove aveva scalato numerose pareti in solitaria, realizzò la prima ascensione solitaria sulla parete più alta d’Europa: il Troll, in Norvegia, un gigantesco muro di granito di 2600 metri di sviluppo. (Messner la definì la più  grande impresa solitaria di quegli anni). Negli anni sessanta fu il primo italiano ad effettuare un incredibile numero di ascensioni in tutto il mondo, in gran parte addirittura in aree remote e selvagge del continente sudamericano dove il solo arrivare ai piedi delle montagne da lui scalate era - e sarebbe ancora adesso per chiunque- un’avventura di per sè strepitosa.